TREVISO E BELLUNO | Scad. 04 FER 2019 – Innovazione digitale

Con il presente bando la Camera di commercio di Treviso e Belluno intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI) di tutti i settori economici del territorio di competenza.

SCADENZA: 04 FEBBRAIO 2019

Beneficiari
Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (MPMI), aventi sede legale e/o unità locale nelle province di Treviso e Belluno.

Interventi ammissibili
Ogni impresa può presentare una sola domanda di contributo a valere su una o entrambe le seguenti misure:

MISURA A – SPESE DI CONSULENZA
Sono ammissibili i costi sostenuti per l’acquisizione di servizi di consulenza, finalizzati all’introduzione delle tecnologie di innovazione tecnologica I4.0:
● sistemi di e-commerce;
● sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica;
● sistemi EDI, electronic data interchange;
● geolocalizzazione;
● tecnologie per l’in-store customer experience;
● system integration applicata all’automazione dei processi;
● soluzioni per la manifattura avanzata;
● manifattura additiva;
● soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
● simulazione;
● integrazione verticale e orizzontale;
● Industrial Internet e IoT;
● cloud;
● cybersicurezza e business continuity;
● Big data e analytics;
● soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
● software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa).

MISURA B – ACQUISTO BENI STRUMENTALI
Sono ammissibili spese sostenute per l’acquisto dei beni strumentali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale strettamente connessi al progetto di digitalizzazione aziendale secondo il modello Impresa 4.0:
● beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti;
● sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;
● dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica «4.0»;
● beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali «Industria 4.0».

Tipologia agevolazioni
L’agevolazione concedibile a ciascuna impresa è pari al 50% della spesa effettivamente ammissibile (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), per un contributo massimo erogabile di 5.000 € (MISURA A) e di 12.000 € (MISURA B). Qualora l’impresa richiedente, alla data di pubblicazione del Bando, risulti in possesso dell’attribuzione del “Rating di Legalità”, fermo restando l’importo dell’investimento minimo, l’intensità dell’aiuto sarà pari al 60% della spesa ammissibile.